Sono pochi gli elementi fondamentali di una casa: le mura per difendere, il pavimento per sostenere, il tetto per proteggere, la cura per custodire tutto questo e le persone che la abitano.

‘I Care- Mi stai a cuore’ è un concetto che si materializza in Casa Barbiana, l’alloggio sociale della cooperativa.

Spinto da questa visione e dalla sua esperienza in Caritas, Carmine coglie la necessità di estendere l’aiuto umanitario sul territorio anche alle persone che hanno perso l’abitazione per i motivi più svariati.

La crisi pandemica si è aggiunta alle difficoltà economiche di molti cittadini, il bisogno si è fatto emergenza. Ogni giorno aumenta il numero di padri separati, di persone in ‘messa alla prova’, stranieri o italiani con particolari esigenze che gli impediscono temporaneamente di guadagnare.

La spinta per creare

Lo stesso Don Lorenzo Milani diceva:

“A che serve avere le mani pulite se si tengono in tasca? Ecco, occupatele.”

Carmine non se l’è fatto ripetere due volte, ha occupato le sue mani fino a quando Casa Barbiana non è diventato realtà. Ma il suo obbiettivo è più grande di quel che sembra: l’alloggio non deve essere semplicemente un dormitorio, ma vuole offrire un tempo e uno spazio per fare discernimento, impegnarsi per offrire i mezzi più adatti per gli ospiti che hanno bisogno di aiuto per capire da dove e come ripartire nella propria vita.

Del resto, il nome stesso dell’alloggio è una citazione: la Scuola di Barbiana nasce con l’intento di dar spazio ai ragazzi in difficoltà, in netto contrasto con la scuola tradizionale, definendola “un ospedale che cura i sani e respinge i malati“.

Casa Barbiana

Casa Barbiana è l’evoluzione di quella scuola del Mugello, sposta l’attenzione sugli adulti che desiderano una seconda possibilità e che hanno bisogno di essere accompagnati nella realizzazione del proprio riscatto sociale.

La permanenza in casa dura permanenza minima di 3 mesi per il tempo necessario in media dai 6 a 9 mesi perché la struttura offre la possibilità di scoprire insieme agli operatori quali strade si possano percorrere verso l’autonomia, cercando di identificare le loro capacità per trasformarle in opportunità.

Inoltre, la disposizione della casa offre luoghi di condivisione per contrastare l’isolamento da cui provengono per scoprire la convivialità.

Alcuni ospiti hanno con sé i propri figli, quindi è prevista anche l’ospitalità di bambini e bambine ma soltanto se accompagnati da un genitore, ma in generale ogni ospite è tutelato nella sua individualità.

Casa Barbiana è alloggio sociale per adulti in difficoltà, Art. 76 della Regione Puglia, e offre un’accoglienza abitativa temporanea fino ad un massimo di 12 mesi (anche eventualmente prorogabili sulla base di delle singole necessità) a tutti coloro che si trovano in condizioni di disagio sociale.

Nasce su iniziativa della Caritas diocesana di Trani Bisceglie con il sostegno dei fondi dell’8 per mille della Chiesa Cattolica e la sua gestione è affidata alla cooperativa sociale Mi stai a cuore. L’accoglienza in alloggio viene fatto in maniera diretta o indiretta:

nel primo caso la persona che si trova in condizione di disagio (emergenza abitativa) può contattare l’equipe di Casa Barbiana, nel secondo può avvenire tramite invio del servizio sociale professionale del comune di residenza.

La casa e i servizi offerti

L’alloggio è strutturato su 400 m quadri circa ed è composto da 11 camere da letto, una cucina, una sala da pranzo, una sala di comunità e sei bagni, una lavanderia e stireria.

Casa Barbiana offre supporto psicologico attraverso la psicologa e coordinatrice dell’alloggio che è la dottoressa Piera La Notte, percorsi di orientamento e ricerca lavorativa e in generale percorsi di reinserimento sociale e inclusione sociale attraverso l’assistenza sociale con la dottoressa Gaia Maraia e con l’educatrice professionale dottoressa Arianna Capuano.

Servizi di alloggio sociale

  • attività di orientamento e inserimento lavorativo
  • ricerca attiva del lavoro con stesura del curriculum anche la
  • ricerca delle abitazioni per tutti coloro che, in previsione di un’uscita, devono trovare una sistemazione diversa
  • un servizio di sportello sociale Lo sportello sociale è il punto di contatto, informazione, orientamento e accesso ai servizi territoriali alla persona e ai servizi sociali in genere. E’ rivolto ai singoli e ai nuclei familiari, che si trovino in condizione di difficoltà o di emarginazione per ragioni di tipo relazionale, economico, sociale, dovute a malattie o infortuni, a mancanza di una rete familiare di aiuto, a situazioni di impoverimento economico e relazionale.
  • I destinatari del servizio sono pertanto anziani, disabili, persone adulte in situazioni di povertà e disagio, famiglie italiane e straniere con figli minori, migranti stranieri che necessitino di informazioni e aiuto pratico.
  • fornitura del vestiario conservazione sulla base delle risorse di cui dispone la Caritas cittadina grazie Recuperiamoci beni elementari di prima necessità abbigliamento da emporio equo e solidale gestito dalla Caritas
  • sostegno psicologico

Recommended Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.